Colli Euganei - Vallebio

Vai ai contenuti

Menu principale:

I Colli Euganei formano un gruppo, apparentemente isolato dai prossimi Berici e dalla meno prossima catena delle Alpi, situato a libeccio di Padova, dalla quale i più vicini dei colli, come sarebbero Montecchio e Monterosso, distano poco più di cinque miglia.
Sono limitati a greco dalle campagne di Abano, a scirocco dal Canale della Battaglia, a mezzodì dal Canale di Este, a ponente dal Bisatto.
Comprendono fra gli Euganei i due monti di Lovertino e di Albettone (i quali quantunque politicamente spettanti alla provincia di Vicenza, pure appartengono geologicamnete ai nostri Colli).
I Colli Euganei, oltre alcuni monti staccati, formano due gruppi principali.
Il Venda con le sue innumerevoli diramazioni e il Monte Cero.
Intorno ai nostri Colli, geologicamente considerati, trattarono a lungo molti celebri autori antichi e moderni, nazionali e forestieri; ed a quelli che illuminati da una giudiziosa critica li interrogarono, diedero tali risposte da avvantaggiarne la scienza.
L'origine degli Euganei fu soggetto fecondo di studii, d'ipotesi, di contese interminabili; ma nello stato attuale dalla cognizioni sembrerebbe non andasse errato che li credesse d'origine plutonica o pirica.
Nei tempi anteistorici, come eruditamnete provò il Filiasi nelle sue "Memorie de'Veneti primi e secondi", pare che il mare si stendesse su tutta la pianura circompadana fino alle falde delle Alpi, la quale pianura posteriormente formossi dalle immense alluvioni portate nell'Adriatico dal Po e dalgi altri fiumi che sboccavano nelle lagune. Difatti tutto il Polesine, il Padovano ed il basso Friuli non è che un terreno d'alluvione composto di sabbia e di argilla. Nel fondo di questo mare s'erano già formati gli strati dei terreni cretacei e sopracretacei. e le acque non s'erano ancor ritirate quando la trachite, roccia essenzialmente di sollevamento, emerse impetuosa e diede origine ai nostri Colli Euganei.
Quasi a ricordare  la loro antica origina pirica, i nostri colli sono abbondantissimi di sorgenti minerali, più o meno calde.
Queste zampillano tutte dalla pianura situata a levante e a mezzodi della catena Euganea...

G.Carraro
da "Ricordi sui Colli" di Nicolò Tommaseo, Padova 1845

Torna ai contenuti | Torna al menu